Pneumatici MTB: perchè montare gomme diverse tra anteriore e posteriore?

Nel mondo MTB si tende ad utilizzare degli pneumatici di tipo diverso tra anteriore e posteriore. Gli pneumatici sono tra gli elementi fondamentali della bici e rappresentano il punto di contatto con l’asfalto o il terreno.

Proprio per questo è importante effettuare la scelta giusta quando si parla di gomme e messa a punto, per migliorare in trazione, velocità e sicurezza.

mtb copertoni diversi anteriore posteriore

Caratteristiche delle gomme anteriori e posteriori: perché differenziare?

In primis perché le ruote anteriori e posteriori hanno delle necessità e delle esigenze diverse.

Le due infatti, collaborando per lo stesso risultato, devono svolgere delle funzioni differenziate. Questo avviene in maniera analoga a quanto si vede nelle automobili o nelle competizioni di moto, specialmente con mezzi a trazione posteriore.

Si possono a questo punto analizzare in maniera differente le due gomme, a seconda che si affronti una salita o una discesa.

La gomma posteriore

Partendo con la gomma posteriore questa dovrebbe, prima di tutto, andare a garantire trazione. Il pneumatico posteriore non deve scivolare sul terreno, non deve perdere aderenza e disperdere energia.

Deve invece convertire quella stessa energia in forza motrice e garantire costantemente una forte aderenza tra pneumatico e terreno.

La salita, infatti, risulta particolarmente difficoltosa quando avvengono degli slittamenti o si perde grip improvvisamente. Questo causa una perdita di energia e di conseguenza anche di spinta, soprattutto su fondi sconnessi. Quando le salite sono particolarmente ripide perdere aderenza corrisponde a doversi bloccare e scendere a piedi.

Risulta quindi evidente che gli aspetti più importanti in salita, per la ruota posteriore, sono di garantire grip e aderenza.

mtb ruota posteriore

 

In discesa invece il pneumatico deve continuare a garantire aderenza, soprattutto in frenata.

Risulta infatti importante riuscire a scaricare la forza frenante al posteriore per evitare di sbilanciare il mezzo e di conseguenza cadere.

Questo perché il posteriore rappresenta l’ancora di salvezza in una frenata in cui non si può utilizzare l’anteriore, ma si vuole comunque rallentare o arrestarsi. In questo caso l’aderenza al posteriore è importante per tenere sotto controllo la velocità, soprattutto in discese molto ripide, dove non vi è la possibilità di utilizzare il freno anteriore.

Il pneumatico posteriore deve inoltre garantire tenuta laterale per permettere di affrontare le curve in assoluta sicurezza.

La gomma anteriore

Per quanto riguarda la gomma anteriore questa è fondamentale soprattutto in discesa e più in generale serve a regolare il comportamento della bici.

In salita ha delle funzioni parecchio limitate oltre a direzionare il mezzo e a mantenere la traiettoria.

In discesa risulta però la vera e propria protagonista. Il movimento di questa ruota andrà a influenzare totalmente la guidabilità e soprattutto la sicurezza.

La sua prima funzione è quella di controllare l’andamento in frenata. Poiché sostiene la maggior parte del peso, permette di ottenere anche le maggiori decelerazioni e per questo dovrebbe sempre garantire un buon grip. Una buona tenuta permetterà di ridurre la velocità durante una frenata in ogni momento.

mtb anteriore

 

In curva la tenuta laterale è molto importante ed una perdita di aderenza potrebbe portare ad una terribile caduta. Risulta allora fondamentale riuscire a trovare una combinazione tra frenata e tenuta per garantire un buon comportamento della bici.

Queste sono sostanzialmente le caratteristiche delle gomme anteriori e posteriori e le funzioni da loro richieste.

Perché scegliere gomme diverse tra anteriore e posteriore?

Le gomme anteriori e posteriori come detto in precedenza hanno delle caratteristiche e delle funzioni diverse

La gomma anteriore dovrebbe solitamente avere più grip della posteriore, soprattutto in tenuta laterale.

Questa è la principale caratteristica e motivazione per differenziare le gomme tra posteriore e anteriore. Il tutto serve a garantire sicurezza, a controllare la guidabilità della bici e ad assicurarne un comportamento uniforme.

Una buona gomma anteriore non deve perdere il grip prima di quella posteriore, in caso contrario si andrebbe in sottosterzo. E’ preferibile avere una bici che tende piuttosto al sovrasterzo: risultando, quindi, più facile da controllare e garantendo maggior sicurezza.

Conviene infatti montare una gomma più stretta al posteriore e una più larga all’anteriore per un buon grip, scorrevolezza e aderenza.

Per riuscire, inoltre, a garantire un buon andamento è importante che una gomma presenti una certa scorrevolezza. Dovrebbe dunque essere leggera e deformabile e ridurre le perdite di energia per l’attrito.

Per le discipline pedalate si tende ad avere una piccola impronta a terra e dei tasselli continui e poco pronunciati; in questo modo riduciamo parecchio l’attrito. 

Per discipline più orientate alla discesa, si punta ad avere una tassellatura più rada e pronunciata per “agganciare” meglio il terreno e garantire maggiore tenuta.

In ogni caso, sulla ruota posteriore si tende ad avere una gomma più scorrevole, con tasselli più numerosi e meno pronunciati.

mtb pneumatici mtb

 

Bisogna, inoltre, ragionare sulle mescole.

Una mescola più morbida andrà a garantire tanta aderenza, ma alla lunga andrà a usurarsi e scorrere meno.

Una mescola più dura, al contrario, garantisce meno aderenza ma un’usura più costante nel tempo.

La tipologia della mescola è molto importante nel differenziamento della gomma; generalmente si opta per una gomma più dura al posteriore e una morbida all’anteriore.

Combinazioni di pneumatici: le più usate 

Ogni rider avrà le proprie combinazioni di pneumatici, dipendenti dallo stile di guida, preferenze personali, feedback della gomma o…prezzo

Vi sono, comunque, delle combinazioni particolarmente utilizzate per quanto riguarda la MTB:

 

  • Anteriore Maxxis Ardent e posteriore Maxxis Ikon.

Massima aderenza all’anteriore e scarsa resistenza al rotolamento al posteriore. Ottime per evitare di accumulare fango.

  • Anteriore Schwalbe Rocket Ron e posteriore Schwalbe Racing Ralph

Massima scorrevolezza, ideali per sentieri compatti e gare

  • Anteriore Schwalbe Rocket Ron e posteriore Schwalbe Thunder Burt

Massima scorrevolezza su terreni compatti, poca resistenza al rotolamento e peso basso

 

Se vogliamo ottenere il massimo dalla nostra bici: dobbiamo montare due gomme diverse.

Sommario
Pneumatici MTB: perchè montare gomme diverse tra anteriore e posteriore?
Nome
Pneumatici MTB: perchè montare gomme diverse tra anteriore e posteriore?
Descrizione
Nel mondo MTB si tende ad utilizzare degli pneumatici di tipo diverso tra anteriore e posteriore. Gli pneumatici sono tra gli elementi fondamentali della bici e rappresentano il punto di contatto con l'asfalto o il terreno.
Autore
Pubblicato da
MTBPiemonte.com
Logo